Musica per Expo 2015! Music for Expo 2015!

Nel 2015 si terrà a Milano la fiera internazionale Expo, un’occasione veramente unica per le aziende italiane.
Molti clienti ci chiedono:
– “Posso utilizzare delle musiche per sonorizzare uno stand Expo?”
– “Come posso fare per creare una compilation di musiche da regalare ai miei clienti durante Expo?”

Sia in un caso che nell’altro sappiate che non potete utilizzare alcun brano musicale senza ottenere il consenso dagli aventi diritto, ovvero gli autori/editori musicali per quanto riguarda l’opera musicale, e pagare un compenso al produttore discografico per l’uso delle registrazioni musicali. SIAE si occupa di rilasciare le autorizzazioni per quanto attiene i diritti editoriali / d’autore per la “pubblica esecuzione”, mentre SCF si occupa di incassare il compenso dovuto ai produttori fonografici.
Per usare un fonogramma per una pubblica esecuzione, invece, non dovete chiedere il consenso, perché non c’è bisogno dell’autorizzazione del produttore, ma è necessario pagare un compenso (ex artt. 73 e 73-bis l.d.a.): il diritto riconosciuto al produttore, infatti, non è un diritto esclusivo, ma appunto un “diritto a ricevere un compenso” per tali utilizzazioni.
Tenete presente che il diritto di “messa a disposizione al pubblico” riguarda tutte le utilizzazioni online, ed è una facoltà del più ampio “diritto di comunicazione al pubblico”, che riguarda tutte le trasmissioni a distanza dell’opera.
(Per approfondimenti: www.dirittodautore.it – n.d.r.)

Quali sarebbero le attività da espletare?
– in primo luogo occorre definire una “playlist”, ovverosia una selezione musicale adeguata ai target di riferimento, che sia di qualità, completa e “profonda”. Ad esempio sonorizzare uno stand Expo con 15 tracce significherebbe riascoltare ogni ora la medesima selezione. Profondità significa quindi individuare una selezione che possa non essere ripetitiva e non aiutare grazie alla varietà dei brani.
– in secondo luogo occorre individuare un mezzo di diffusione. Potrebbe essere uno streaming via web oppure un semplice riproduttore CD o anche una playlist di iTunes dal PC.
– in terzo luogo occorre chiedere le autorizzazioni: SIAE e SCF.
– nel caso della produzione di compilation occorre richiedere le licenze SIAE, seguire l’intero processo produttivo, dalla grafica alla stampa del supporto (CD, chiave USB…).
– Infine, per quanto riguarda Expo, ci sarà con molta probabilità la necessità di compilare un programma musicale SIAE pagando il corrispettivo in accordo con gli organizzatori.

Per fare tutto ciò la soluzione migliore è affidarsi a società come Preludio, che possono seguire al tuo fianco ogni attività coordinando l’intera produzione e seguendo in prima persona tutte le noiose pratiche burocratiche. Preludio inoltre, disponendo di un vastissimo catalogo di musiche del quale è rappresentante in esclusiva per il territorio italiano, è in grado di selezionare attraverso il proprio database Preludio Music Library tutte le playlist necessarie per personalizzare lo stand sulla base dei valori dell’azienda al fine di creare una forte identità musicale del brand e a rendere così la musica un efficace valore aggiunto della propria comunicazione, oltre a far diventare più gradevole per tutti, operatori e visitatori, l’esperienza di Expo.

Posted on 3 marzo 2014 in Senza categoria

Share the Story

About the Author

Back to Top