Cosa c’è dietro ad ogni traccia musicale di PRELUDIO MUSIC LIBRARY


Preludio Music Library

La Musica spesso viene considerata un bene intangibile, come di fatto è. Mentre per i beni tangibili possiamo più o meno immaginare quale sia la catena produttiva che ci porta a sorseggiare un buon caffè in un bar o ad acquistare un nuovo armadio per casa nostra, più difficile è capire cosa ci sia dietro ad ogni traccia presente nel catalogo Preludio Music Library, o di qualsiasi altro fornitore serio e professionale di library non royalty free.
Proverò in questo articolo ad elencare tutta la filiera e le attività che ci consentono di offrire ai nostri clienti musica con un buon rapporto qualità e prezzo e un’ottima efficacia ai fini della comunicazione delle aziende.
Questa è la sintesi:
– COMPOSITORE e/o AUTORE
– PRODUZIONE FONOGRAFICA
– PROMOZIONE / SELEZIONE
– CONTRATTO EDITORIALE
– CONTRATTO FONOGRAFICO
– CONTRATTI DI SUB-PUBLISHING: OUT e IN
– DEPOSITI
– STESURA METADATA
– INSERIMENTO A CATALOGO
– DELIVERY WORLDWIDE
– PUSH, COMUNICAZIONE, CONSULENZA

1) COMPOSITORE e/o AUTORE
La scintilla che fa nascere un brano musicale, che sia una hit famosa o un sottofondo per un documentario, è l’ingegno del compositore e dell’autore (ove ci sia un testo). Non a caso si dice “opera dell’ingegno”. La formazione, l’esperienza, il talento e la creatività sono variabili indispensabili affinché un compositore possa produrre musica di qualità che in seguito si rivelerà efficace per la comunicazione dei nostri clienti.

2) PRODUZIONE FONOGRAFICA
A seconda della tipologia di brano musicale la produzione vera e propria può essere avviata successivamente alla scrittura della musica oppure contestualmente. Molti compositori, oggi, sono in grado di produrre da soli le proprie opere grazie all’utilizzo del computer, dei software musicali e delle librerie musicali di suoni campionati.
 La qualità di un fonogramma musicale è direttamente correlata alla qualità delle variabili che costituiscono la catena produttiva che ha permesso di crearlo. In particolare si sostiene che sia direttamente correlata all’elemento di più scarsa qualità. Se ad esempio un brano venisse registrato facendo uso della English Chamber Orchestra, ma poi la parte cantata fosse affidata a una voce stonata, è evidente come la variabile più scarsa inficerebbe tutto il lavoro. In ambito tecnico potresti utilizzare un Neumann di altissima qualità, ma se la sala in cui registri non fosse progettata da un ingegnere del suono la spesa per il microfono potrebbe rivelarsi vana.
Ma quali sono quindi le variabili in grado di influire sulla qualità?
-le capacità e la creatività di tutti coloro che concorrono alla realizzazione: dal compositore, all’arrangiatore, ai musicisti, al fonico;
-l’uso di determinate attrezzature (ad esempio i microfoni, i cablaggi, i diffusori, i compressori, gli equalizzatori, i riverberi, ecc..).
– la capacità di far suonare i campioni come fossero strumenti reali;
– la percentuale di strumenti reali rispetto a quelli campionati.

E quali sono gli step del processo produttivo?
-la scrittura del brano
-l’arrangiamento (scelta dei suoni o degli strumenti)
-la registrazione delle singole parti strumentali
-la sovrapposizione di eventuali voci
-la scelta delle prese migliori
-l’editing e la messa in passo di ciascuna parte
-la post produzione, vale a dire la scelta delle equalizzazioni, delle compressioni o dei riverberi
-il mix
-il mastering (che significa dare uniformità di suono a tracce multiple)

3) PROMOZIONE / SELEZIONE

Quando trovate un brano musicale all’interno di Preludio Music Library c’è stato qualcuno che, da un lato, l’ha promosso e qualcun altro, dall’altro, che l’ha selezionato.
 Ogni musicista, con il proprio master in mano, può individuare un partner: un produttore fonografico e un editore. In Preludio essi trovano entrambe le figure. Se il produttore e/o l’editore è interessato alla registrazione e/o all’opera, allora si passa alla fase successiva. Preludio seleziona le proprie musiche in base a diverse variabili: talento del compositore, qualità dei suoni, qualità delle composizioni, creatività ed originalità, efficacia. Per noi non esistono musiche belle o brutte, ma musiche efficaci.

Oltre alle tracce dei musicisti italiani del catalogo Preludio, i restanti brani presenti in Preludio Music Library appartengono a cataloghi provenienti dall’estero. Anche in questo caso è stato svolto un lavoro di ricerca e selezione che ha condotto Preludio e il partner estero a un tavolo di trattativa per la definizione dei due contratti, quello fonografico e quello di sub-publishing.


4) CONTRATTO EDITORIALE
E’ il contratto che lega l’editore all’opera del compositore. Ogni compositore e ogni autore del catalogo Preludio ha sottoscritto un contratto di questo tipo per le proprie opere che ha deciso di affidare a Preludio.


5) CONTRATTO FONOGRAFICO
Il contratto fonografico è quello che viene sottoscritto relativamente alla registrazione dell’opera. Si limita a stabilire ruoli e compensi relativamente al fonogramma. Alcuni contratti possono essere “Licenze” sulla base delle quali il master non viene definitivamente ceduto. Molti contratti sottoscritti da Preludio si limitano all’ambito delle sincronizzazioni video, lasciando cioè liberi i produttori fonografici, le band o i singoli musicisti di vendere i propri album o di individuare i distributori ritenuti più idonei.

6) CONTRATTI DI SUB-PUBLISHING: OUT e IN

Preludio sub-publishersOUT —> Una volta che Preludio ha sottoscritto i due contratti di cui sopra è possibile proporre opera e fonogramma all’estero. In questi anni Preludio ha proposto il proprio catalogo in tutto il mondo, firmando una serie di contratti di sub-publishing. Vale a dire che vi sono svariate società, nel mondo, che rappresentano Preludio nei propri territori e svolgono lì il medesimo lavoro di promozione e consulenza che Preludio svolge in Italia. Dietro ad ogni traccia, pertanto, c’è un grande lavoro di preparazione dei metadata e dei materiali per poter effettuare le delivery e mettere i propri partner in condizione di sfruttare al meglio il nostro catalogo.
IN —> Il contratto di sub-publishing è anche quello che regola i rapporti con i partner stranieri che scelgono Preludio come rappresentante in esclusiva per il territorio italiano. In questo caso i metadata provenienti dall’estero vengono adattati ai nostri database allo scopo di depositare le opere e promuovere i fonogrammi.

7) DEPOSITI
Dopo aver sottoscritto il contratto editoriale Preludio è tenuta a depositare in SIAE il brano. Il compositore e/o l’autore, assieme all’editore, firmano un bollettino di deposito che deve essere corredato dalla partitura. Questa prassi Preludio è tenuta a metterla in pratica anche per le opere straniere di cui Preludio è rappresentante (sub-publisher) per l’Italia. Anche se il principale ambito in cui Preludio opera è la pubblicità (per la quale SIAE non amministra e non ripartisce compensi) è importante depositare le opere straniere al fine di effettuare, per il nostro partner, il cosiddetto “collecting”, cioè il recupero delle somme per tutte gli altri utilizzi, che altrimenti non verrebbero ripartiti in mancanza di un sub-publisher.

8) STESURA METADATA
A contratti sono firmati e opere depositate, si può procedere alla preparazione dei Metadata. I Metadata altro non sono che fogli Excel recanti tutte le informazioni e le keywords relative ai brani. E’ un lavoro estremamente lungo e complesso, che necessita di grande attenzione per uniformare i termini utilizzati a quelli presenti nel database.
Ecco i campi che si possono trovare in un metadata:
titolo
nome file
durata
autore/compositore
editore
Interprete
etichetta
codice ISRC
genere
parole chiave
descrizione in italiano
descrizione in inglese
atmosfera
ritmo
testo
Per ognuna delle 30.000 tracce del nostro catalogo sono stati compilati i campi qui sopra.


9) INSERIMENTO A CATALOGO
Una volta che siamo in possesso dell’accordo con gli aventi diritto, dei file wav e dei metadata, possiamo procedere con l’inserimento nel database on-line.
Inizialmente questa fase avveniva brano per brano, ma per fortuna in seguito il processo di acquisizione è stato possibile attraverso l’importazione massiva dei metadata direttamente. La fase di inserimento a catalogo è comunque molto delicata in quanto ogni parola chiave nuova presente nei database viene acquisita automaticamente dal sistema. Per non appesantire l’interfaccia cerchiamo di accorpare più possibile le parole chiave evitando doppioni simili ovvero sinonimi. Ciò significa che la preparazione dei metadata e il controllo in fase di acquisizione devono essere estremamente accurati per evitare l’inserimento di keywords errate (ad esempio con errori di ortografia) o che potrebbero generare confusione.

10) DELIVERY WORLDWIDE

Ogni nostra traccia, successivamente, viene inviata ai nostri sub-publisher nel mondo. Il processo di delivery è uguale per tutti? No, per carità! ovviamente ognuno dei sub-publisher richiede specifiche differenti per le quali è necessario preparare i materiali e, soprattutto, i metadata in modo diverso. Si stanno affacciando ora alcuni sistemi on-line che consentono le delivery e l’aggiornamento automatico dei materiali tra i vari membri del network. Uno di questi è il network HARVEST che al momento ci consente di effettuare le delivery al nostro partner che segue l’Australia e il continente asiatico. In altri casi, invece, occorre preparare uno ad uno i singoli file inserendo direttamente i vari TAG nei metadata del file wav, consentendo così attraverso determinati software, come ad esempio SoundMiner, di recuperare dal file stesso tutte le informazioni necessarie.

11) PUSH, PROMOZIONE, CONSULENZA
Musiche HorrorMa il lavoro di Preludio non si esaurisce con il semplice inserimento delle tracce musicali nel database. Prosegue attraverso attività di push, di promozione, comunicazione e consulenza. Il “push” consiste nel far ascoltare le tracce agli addetti ai lavori attraverso i social network o grazie ad apposite playlist pubblicate sul sito. La comunicazione attiene a tutto ciò che Preludio pone in essere per comunicare con i propri clienti o potenziali tali, come ad esempio l’attività redazionale, la gestione delle news sul sito, l’invio della newsletter o l’attività di ufficio stampa. La consulenza, infine, è l’attività più importante: significa offrire ai propri clienti un servizio professionale in grado di effettuare rapide ricerche musicali sul catalogo così da proporre selezioni di brani mirati. Queste ultime vengono denominate, all’interno di Preludio Music Library, “Progetti”. Grazie a un pulsante, che dal nostro punto di vista potremmo definire “magico”, ogni consulente Preludio ha la possibilità di assegnare il progetto che ha realizzato nello spazio del nostro cliente il quale, semplicemente loggandosi nel sito, trova la ricerca pronta per essere ascoltata, valutata, condivisa e, fine ultimo al quale aspiriamo, sincronizzata alla campagna del nostro cliente.

L’ultima fase è quella del preventivo, che inviamo entro mezz’ora dalla richiesta.
Preludio non “svende”, bensì contratta il prezzo equo: tutela gli interessi dei suoi musicisti e partner, rispetta i budget dei propri clienti. Siamo sempre disponibili ad avviare trattative, ma ricordatevi di questi 11 punti la prossima volta che… ci chiederete uno sconto! 😉
Insomma, in definitiva c’è un grande lavoro che i nostri clienti sanno apprezzare e rispettare anche perché riconoscono l’ingrediente più prezioso che, in tutti questi anni, ogni componente del team Preludio ha saputo mettere nel proprio lavoro: la passione!

Andrea Thomas Gambetti – andrea @ preludio.it
© Preludio s.r.l. Riproduzione Riservata

Posted on 13 febbraio 2016 in Senza categoria

Share the Story

About the Author

Back to Top